39enne sequestra la zia per rapinarla: Denunciato e in manette per sequestro di persona

Due uomini sono stati denunciati per aver rapinato e sequestrato una signora anziana. La donna dopo diversi mesi dalla denuncia scopre che, uno dei due aggressori è suo nipote di terzo grado.

39enne sequestra la zia per rapinarla e viene ammanettato durante la giornata di ieri dagli agenti del commissariato di Castellammare di Stabia. L’uomo si trova ora in custodia cautelare in carcere per decisione del Giudice che, per continuare le prime indagini del Tribunale di Torre Annunziata ha confermato l’arresto.

L’uomo insieme ad altre due persone infatti, è gravemente indiziato per aver rapinato e sequestrato un’anziana signora. Il tutto inizia proprio da una denunciata del giorno 16 Luglio del 2020 dalla signora che, ha spiegato di essere vittima di una rapina e di essere stata sequestrata per diverse ore.

L’anziana signora infatti, ha voluto denunciare l’accaduto spiegato agli agenti di Polizia di essere stata rapinata poche ore prima proprio dentro casa sua da due persone che lei non conosceva affatto.

 39enne sequestra la zia per rapinarla: Denunciato e in manette per sequestro di persona

La signora dopo essere tornata a casa è stata fermata e presa da dietro bloccandole la bocca e le mani. Spingendola all’interno del suo appartamento da ben due aggressori. Uno di loro infatti, l’ha spinta a sedersi coprendole il più possibile il viso e urlandole di far silenzio tanto da arrivare a minacciarla.

Stando alle indagini del commissariato, con l’aiuto di alcune tedescamente di sorveglianza e delle tracce ematiche in casa della signora, è stato possibile fermare uno dei rapinatori che in questo momento si trova in carcere.

39enne sequestra la zia per rapinarla

Le indagini sono proseguite fino a indentificare anche l’altro rapinatore ovvero il nipote di terzo grado dell’anziana. Quest’uomo infatti, abitava all’interno dello stesso condomino della donna. È proprio lui ad aver dato tutte le informazioni importanti per mettere in atto la rapina.

È stato proprio lo stesso uomo ad aprire il portone del palazzo all’altro rapinatore, spiegandogli anche dove poter trovare la cassaforte all’interno dell’abitazione. La seconda persona arrestata ha già diversi precedenti per truffa. È anche associata alla casa di Napoli Poggioreale che si trova a disposizione dall’autorità giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *