A 94 anni chiama i Carabinieri prima di suicidarsi: “Volevo solo un po’ di compagnia”

Anziana di 94 anni chiama i Carabinieri affermando la sua intenzione di suicidarsi. Arrivati all’interno dell’abitazione, gli agenti scoprono la triste verità che la signora aveva tenuto nascosta.

A 94 anni chiama i Carabinieri confessando la voglia di volersi suicidare chiedendo così aiuto. Arrivati sul posto gli agenti hanno scoperto la verità che l’anziana aveva nascosto per cercare un po’ di compagnia. Il tutto è accaduto nella giornata di ieri in provincia di Imperia, precisamente a Taggia dove l’anziana è residente.

I Carabinieri una volta arrivati nell’abitazione della signora si sono ritrovati a dover fare i conti con la sua solitudine. Il finto suicidio affermato al telefono dalla signora di 94 anni non era altro che la voglia di poter stare con qualcuno. Nella mattina di ieri l’anziana ha alzato la cornetta e chiamato il numero per le emergenze, spiegando di volersi togliere la vita. Davanti alle affermazioni dell’anziana gli agenti sono corsi in casa sua, scoprendo cosa stesse davvero pensando la donna.

A 94 anni chiama i Carabinieri prima di suicidarsi: “Volevo solo un po’ di compagnia”

A 94 anni chiama i Carabinieri

I Carabinieri di via Lido sono corsi direttamente a casa della 94enne insieme ai soccorritori che, temevano il peggio dopo le affermazioni dichiarate al telefono. Arrivati nell’abitazione hanno fin da subito visto la donna molto triste e sconsolata perché rimasta da sola. La stessa dopo averli accolti nella sua casa, ha spiegato la motivazione per il quale li ha chiamati.

Avevo solo bisogno di un po’ di compagnia” ha confessato la 94enne che, ha poi spiegato di soffrire di una grande solitudine a causa della lontananza della sua famiglia. I Carabinieri si sono così accomodati in casa e hanno scambiato alcune chiacchiere cercando di tranquillizzarla e di confortarla. Gli stessi agenti l’hanno poi invitata a seguire i soccorritori del 118 che, l’hanno accompagnata in ospedale per alcuni accertamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *