“Terrone non è un’offesa,” è questa la convinzione dell’Ingegner Francesco Terrone, il quale ha trascinano in Tribuna L’Accademia della Crusca. Secondo Terrone, la prestigiosa Accademia, custode da secoli della lingua italiana, sarebbe colpevole di non aver voluto menzionare anche il significato positivo del termine “terrone”.

Dopo numerose lettere e telefonate, infatti, Terrone ha deciso di portare in Tribunale l’Accademia della Crusca, convinto che la parola “terrone” non è solo un’offesa. E tale non può essere considerata dall’Accademia della Crusca.

Sul sito dell’Accademia, infatti è spiegato diffusamente come il termine “terrone” sia considerato per lo più un dispregiativo. E, soprattutto, come così sia stato usato nel corso della storia. Ma il signor Terrone non ci sta e, vedendo ignorate le sue richieste, ha portato in Tribunale l’Accademia della Crusca.

“Terrone non è un’offesa”: l’Accademia della Crusca finisce in Tribunale

La prima udienza del processo si terrà al Tribunale civile di Nocera Inferiore a settembre. “Abbiamo esaminato dal punto di vista etimologico e storico la questione,” ha dichiarato Francesco Terrone. “Abbiamo molto materiale da presentare in tribunale”.

“Assurdo voler far pagare alla Crusca la colpa dell’uso discriminatorio di un termine impiegato nella storia d’Italia quando, anzi, la nostra Accademia ha segnalato questo difetto, lo ha contestato, criticato, condannato, pur facendone, come è ovvio, la storia, perché la storia non si può cancellare,” ha replicato il professore Claudio Marazzini, Presidente dell’Accademia della Crusca, interpellato dall’Adnkronos.

Terrone non è un'offesa

Accademia della Crusca in Tribunale: “Terrone non è un’offesa” – Guarda che Notizia

“Ed è del tutto evidente che da parte nostra non c’è mai stato nessun intento discriminatorio e offensivo nel descrivere il significato della parola ‘terrone’. Anzi, fin dalle prime righe segnaliamo che questa parola ha assunto storicamente un valore discriminatorio da cui prendiamo le distanze”.