Amici 20, provvedimento disciplinare: Maglie sospese per quattro ragazzi

Gli allievi di Amici 20 hanno ricevuto l’ennesimo provvedimento disciplinare a causa della mancata igiene all’interno della casa e del grande caos. A ricevere la sospensione delle maglie sono stati ben quattro ragazzi.

Amici 20 provvedimento disciplinare per gli alunni della scuola che ancora una volta non sono stati in grado di rispettare le regole richieste dalla produzione. All’interno della casetta dove da diversi mesi abitano i ragazzi infatti, segna completamente il disordine più totale.

Questa volta però, la produzione ha cambiato metodo di insegnamento e ha chiesto agli stessi alunni di fare i nomi di chi, lascia maggiormente la casa in disordine. La scarsa cura degli ambienti, delle camere e in particolar modo della cucina, ha spinto la redazione a sospendere le maglie ai ragazzi più votati dai propri compagni.

Gli alunni infatti, potevano scegliere se andare in puntata sabato senza aver fatto nessuna prova oppure fare i nomi di chi, non riesce a rispettare le regole dell’igiene all’interno della casetta. La maggior parte degli allievi ha così deciso di fare i nomi, sospendendo così la maglia a ben quattro loro compagni.

Amici 20 provvedimento disciplinare: Maglie sospese per quattro ragazzi

Gli alunni di Amici 20 più votati dai propri compagni sono stati: Aka7even, Ibla, Alessandro ed Enula a cui è stata sospesa la maglia per non aver fatto nessun nome.

Poco dopo il provvedimento disciplinare preso dalla redazione di Amici 20, Lorella Cuccarini ha deciso di avere un confronto diretto con il suo allievo Alessandro. Un confronto severo che ha mostrato la professoressa molto delusa dal comportamento del ballerino.

Amici 20 provvedimento disciplinare

Lorella Cuccarini ha così esordito affermando: “Da te non me lo sarei mai aspettato, Alessandro. Sono usciti tre nomi e tu sei uno dei tre. Quindi devo pensare che all’interno del gruppo non ti interessi del lavoro nella casa. Mi spiace che arrivi un provvedimento per cose che non c’entrano niente con la sala prove. Ora stiamo una settimana senza lavorare”

Di tutta risposta il ballerino ha spiegato alla sua insegnante: “Non cucino tutto il giorno, ma io ho sempre fatto il mio, non mi sento colpevole”.

Una volta tornato all’interno della casetta, Alessandro è scoppiato in un durissimo pianto, consolato dalla stessa Enula. Il giovane ragazzo ha terminato il suo sfogo affermando: “Chi me la ridà indietro questa settimana? È tantissimo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *