Andare al cinema stimola il cervello e aiuta a rigenerarlo. A dimostrarlo, esperimento alla mano, è stato uno studio scientifico londinese, condotto dall’University College of London. Questa prestigiosa Università ha recentemente reso pubblici i risultati di questa ricerca commissionata da Vue International.

Il gruppo, proprietario del circuito The Space Cinema, che ha moltissime sale anche in Italia, è riuscito a studiare e dimostrare tutti i benefici che la permanenza in sala offre alla nostra salute mentale e fisica. Ora che, con l’attenuarsi dell’emergenza pandemica, anche la capienza delle sale italiane è tornata al massimo, è importante comprendere quanto andare al cinema faccia bene alla salute.

andare al cinema stimola il cervello

Andare al cinema stimola il cervello – Guarda che Notizia

“Esperienze culturali come andare al cinema offrono al nostro cervello l’opportunità di dedicare la nostra completa attenzione per periodi di tempo prolungati – ha spiegato il Dr. Joseph Devlin, Professore di Neuroscienze Cognitive all’UCL. – Al cinema nello specifico, non c’è altro da fare se non immergersi”.

“La nostra capacità di mantenere la concentrazione e l’attenzione gioca un ruolo fondamentale nella costruzione della nostra resilienza mentale, perché la risoluzione dei problemi richiede in genere uno sforzo concentrato per superare gli ostacoli, e questo ci rende più produttivi. Le attività con un focus sociale condiviso, d’altra parte, aumentano la nostra creatività, le prestazioni di squadra e il legame con gli altri, ed è stato anche dimostrato che riducono i sentimenti di solitudine e depressione.”

Andare al cinema stimola il cervello: i risultati dello studio

Oltre all’elemento culturale, anche quello di condivisione sociale sembra essere fondamentale nell’esperienza all’interno di una sala cinematografica. A sottoporsi allo studio sono stati diversi volontari, i quali hanno assistito a una proiezioni indossando dei sensori.

Questi ultimi hanno rilevato l’aumento del battito cardiaco, fin quasi all’unisono tra i vari spettatori. I test hanno evidenziato anche un aumento dell’eccitazione emotiva, soprattutto nei momenti salienti della pellicola. Ciò in tutti i presenti in sala.

andare al cinema stimola il cervello

“Uno dei sintomi della nostra cultura, fissata con lo smartphone, è che ci stiamo sempre più ritirando in esperienze solitarie sui nostri dispositivi. Non sorprende quindi che la solitudine sia una sensazione sempre più frequente in tutte le fasce d’età, specialmente in questi ultimi tempi – ha commentato Tanya Goodin, fondatrice di Time to Log Off e autrice del libro Off. – Siamo diventati più connessi che mai e il multitasking è diventato la norma”.

“Anche se spesso pensiamo che sia produttivo, tutte le prove dimostrano che in realtà questa attitudine rallenta le prestazioni del cervello e abbassa il QI. Per anni gli psicologi hanno conosciuto gli effetti positivi dell’essere completamente immersi in un’esperienza o in uno ‘stato di flusso’. È riposante e rigenerante per il nostro cervello iperstimolato, esattamente come perdersi in un film sul grande schermo.”

Capienza massima delle sale in Italia: ripartire dopo la Pandemia

Insomma, andare al cinema a vedere un film stimola il nostro cervello rigenerandolo a tutti gli effetti. Stare in sala ci disconnette dal resto del Mondo, connettendoci con noi stessi.

“Tra il destreggiarsi tra più dispositivi e il vivere in un mondo in cui non siamo quasi mai offline, spegnere tutto non è mai stato così importante – ha chiosato Tim Richards, CEO di Vue International. – Il cinema è uno degli ultimi posti in cui ci si può davvero perdere, e questa ricerca conferma che non è solo un modo di dire, ma che gli effetti benefici sono persino misurabili scientificamente”.