Baby cyberbullo di Whatsapp: Offese razziste e commenti osceni su una coetanea 13enne

È scattato il “protocollo Zeus” per un baby bullo che aveva preso di mira una sua coetanea attraverso Whatsapp. Il 15enne infatti creava dei gruppi per offendere e denigrare la giovane adolescente.

Baby cyberbullo di Whatsapp è stato segnalato alle autorità competenti dopo aver offeso e “perseguitato” una bambina di soli 13 anni. Il giovane adolescente infatti, avrebbe per diversi giorni inserito la sua coetanea all’interno di gruppi solamente per offenderla e deriderla.

Insieme al bullo la segnalazione si è estesa anche un bambino di 13 anni suo complice. È stata proprio la mamma della giovane ragazza segnalare il tutto ai Carabinieri. Il giovane 15enne infatti, continuava ad inserire la ragazza in gruppi Whatsapp con l’intenzione di offenderla e con frasi e commenti osceni.

Quando la stessa 13enne abbandonava il gruppo, veniva prontamente inserita in uno nuovo. Questo è quello che lei ha dovuto subire per giorni fino a quando, i poliziotti della Divisione anticrimine hanno identificato il ragazzo e il suo complice.

Baby cyberbullo di Whatsapp: Offese razziste e commenti osceni su una coetanea 13enne

Dopo aver identificato il giovane ragazzo, per lui è scattato il “protocollo Zeus” attivato insieme agli specialisti del Centro Italiano per la Protezione della Mediazione. Questo spingerà così il 15enne a frequentare un vero e proprio centro dove potrà comprendere “il disvalore sociale e penale delle sue azioni”.

Queste sue azioni però, andavano ormai avanti da circa un anno. Stando a quanto riportato e ricostruito dagli investigatori dell’Anticrimine infatti, il ragazzo aveva iniziato a creare questi gruppi apposta per tormentarla.

La vittima ha confessato e chiesto aiuto alla mamma proprio perché non riusciva più a sopportare i commenti offensivi nei suoi confronti. Esso è il secondo ammonimento e protocollo adottato dal 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *