La badante che diete da bere liquido antigelo a un anziano è stata finalmente condannata per circonvenzione di incapace e, in un processo parallelo deve rispondere anche di tentato omicidio.

La 48enne durante la giornata di ieri è stata così condannata a Torino a ben due anni di reclusione senza nessuna condizionale. L’accusa nei suoi confronti è quella di circonvenzione di incapace nei confronti di un anziano ormai in pensione che abitava nella Valle di Susa.

La stessa badante infatti, aveva il compito di accudire l’anziano nel modo migliore possibile. La stessa donna di origini peruviane deve rispondere in un processo parallelo anche di tentato omicidio.

Secondo il pm Francesco Pelosi per l’appunto, la donna avrebbe cercato di uccidere il pensionato facendogli bere un liquido refrigerante per automobili.

Badante diete da bere liquido antigelo a un anziano: Arriva la condanna per circonvenzione di incapace

Durante il mese di Settembre, la stessa badante era stata messa agli arresti domiciliari ma gli stessi Carabinieri, la ritengono colpevole di aver cercato di uccidere il signore di 88 anni.

Lo stesso anziano infatti, nel Giugno 2019 è stato ricoverato in ospedale in gravi condizioni in prognosi riservata. Il signore aveva ingerito del liquido antigelo per la macchina che, le bandate aveva camuffato per una bevanda all’interno della bottiglia.

Finalmente durante la giornata di ieri a Torino, la badante di origini peruviane ha subito la sua condannata per circonvenzione di incapace. Arriva così la sentenza che la famiglia dell’anziano aspettava da tempo e che finalmente ha reso giustizia all’88enne.

L’ennesima badante che ancora una volta maltratta l’anziano e l’anziana per cui lavora che, nella maggior parte dei casi purtroppo finisce in tragedia.