Bambino di 11 anni morto avvelenato: Chiuso in un seminterrato dalla matrigna

Chiuso in un seminterrato, malnutrito e avvelenato dalla matrigna. È così che Roman Lopes a soli 11 anni ha perso la vita all’interno della sua abitazione.

Bambino di 11 anni morto avvelenato dalla compagna del padre. Il ragazzo di nome Roman Lopez è stato così ritrovato all’interno di un piccolo cestino nel seminterrato dell’abitazione in stato di malnutrizione.

Nel mese di Gennaio 2020 in California il Roman sarebbe scomparso ma solo ora si è riusciti a trovare e a capire come siano andate realmente le cose. Una vera tragedia costata la vita a un bambino di soli 11 anni, tenuto chiuso all’interno di un seminterrato malnutrito e avvelenato proprio dalla matrigna.

Dopo aver ritrovato il corpo senza vita di Roman Lopez è partita fin da subito l’autopsia per capire realmente cosa fosse successo al bambino.

I risultati però, sono stati da brividi, il ragazzo infatti era malnutrito e disidratato ma senza nessun segno di violenza o di abuso.

Bambino di 11 anni morto avvelenato: Chiuso in un seminterrato dalla matrigna

Suo padre Jordan Piper di 36 anni e la sua matrigna Lindsey Piper di 38 anni, sono stati arrestati. L’accusa nei loro confronti è di abusi sui minori e di torture. Lindsey è anche stata accusata di aver ucciso il piccolo Roman con del veleno all’interno dell’acqua.

Stando a quanto riporta il Sun, a sporgere denuncia più volte per cercare suo figlio, è stato proprio suo padre Jordan. Le indagini sono durate un solo giorno prima che il bambino fosse trovato purtroppo morto all’interno del seminterrato della famiglia.

Le autorità però, hanno considerato anche il padre colpevole e complice del gesto orribile svolto da parte della matrigna, nonché sua compagna. I due ora sono in arresto e a breve ci sarà il loro processo mentre, gli altri loro 7 figli sono stati affidati ai servizi sociali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *