Nelle ultime settimane c’è stato un grande ricambio di protagonisti al trono over di Uomini e Donne, scopriamo chi è, in particolare, Isabella Ricci. Una delle nuove dame che sta destando grande curiosità tra i telespettatori del dating show di Maria De Filippi.

Con la sua schiettezza, ma anche con la sua innata eleganza, Isabella Ricci sta conquistando, pian piano il pubblico di Uomini e Donne. Ma chi è veramente Isabella Ricci? E come è approdata a Uomini e Donne?

“È nato tutto da una richiesta scherzosa che ho fatto ai ragazzi che lavorano con me. A ottobre, per il mio compleanno, avevo chiesto loro ‘per regalo’ un uomo con cui uscire, così una mia dipendente ha deciso di iscrivermi al programma a mia insaputa. Pensavo che sarebbe stato più difficile, ma anche quando sono stata chiamata al centro per presentarmi ero molto tranquilla”.

Isabella è nata a Roma nel 1959 ed è alta 1,83 cm. Si è laureata in Filosofia presso l’Università La Sapienza di Roma, ed è diventata archivista e bibliotecaria. Si tratta di una donna molto colta, ma anche molto cordiale, qualità che spicca immediatamente al centro dello studio di Uomini e Donne.

Chi è veramente Isabella Ricci di Uomini e Donne

Chi è Isabella Ricci di Uomini e Donne

La dama ama gli animali più di qualsiasi altra cosa. Ecco perché il suo amore per gli animali l’ha portata a lavorare nel settore del pet caring. È la proprietaria di un’azienda che si occupa della fornitura di materiali per la cura degli animali domestici e che si chiama Pet Village. Isabella Ricci è diventata anche allevatrice e ha aperto recentemente una nuova sede della sua azienda. La dama è ambiziosa e vorrebbe espandersi al più presto anche nel resto d’Europa.

Per quanto riguarda la sua vita privata, Isabella Ricci è stata sposata, ma non ha potuto avere figli. La dama ha sentito la mancanza di questi affetti nella sua vita, nonostante questa sia ricca di obiettivi e di impegni. E’ stata lei stessa a raccontare questo aspetto.

“Non ho potuto averne: probabilmente, se ne avessi avuti, sarei più contenta perché ho una mancanza di affetti veri. Quegli affetti caldi, vicini. Ho tanti amici, ma gli amici sono amici…”.