Dichiarato morto a soli 18 anni: Ricomincia a respirare prima dell’espianto degli organi

In Gran Bretagna, un diciottenne, dichiarato morto, ha miracolosamente ripreso a respirare poco prima dell'espianto degli organi, lasciando anche i medici a bocca aperta.

In Steffordshire, Gran Bretagna, Lewis Roberts è stato dichiarato morto a soli 18 anni, in seguito a un incidente d’auto. Tuttavia, lo scorso 18 marzo, poche ore prima dell’espianto degli organi, il giovane ha ripreso a respirare autonomamente.

Sembra quasi che, sia lo staff dell’ospedale, sia i familiari del ragazzo, dichiarato cerebralmente morto a soli 18 anni, abbiano assistito a un vero e proprio miracolo. Il 13 marzo, Lewis era stato investito da un camion nella sua cittadina natale, Leek.

Le sue condizioni erano disperate, tanto che i medici avevano annunciato alla famiglia che non c’era nulla da fare, se non dire addio al proprio caro. La famiglia, allora, ha deciso di donare gli organi del diciottenne, il quale è stato tenuto in vita dalla macchine per diversi giorni, prima dell’intervento.

Gran Bretagna, dichiarato morto a 18 anni riprende a respirare

Poco prima dell’espianto degli organi, il ragazzo ha ripreso miracolosamente a respirare da solo. La sorella ha scritto in un post su suo profilo Facebook che sembra essersi trattato quasi di un miracolo.

Gli stessi medici sono apparsi increduli, viste le condizioni disperate in cui si trovava il giovane, dopo l’incidente.

Al momento, Lewis riesce a muovere gli occhi, la bocca e la testa, oltre a respirare autonomamente. Le sue condizioni sono in via di miglioramento e la sua famiglia continua a stargli accanto, spronandolo a mettercela tutta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *