Festival di Sanremo, Arisa alla ricerca della felicità: “Non è peccato…”

Arisa torna al Festival di Sanremo con un brano scritto da Gigi D'Alessio e un nuovo look per i suoi fan. Obiettivo? La ricerca della felicità.

Al Festival di Sanremo di quest’anno, Arisa torna con un nuovo look e un brano che la rispecchia molto. La cantante, sempre in cerca di nuove sfaccettature della sua personalità, è rimasta subito molto colpita dal brano che porterà sul palco dell’Ariston, Potevi fare di più, scritto da Gigi D’Alessio.

Al momento impegnata come coach nel cast di Amici di Maria De Filippi, la cantante si prenderà una pausa per tornare al Festival di Sanremo, dove il grande talento di Arisa è esploso, anni fa.

Istrionica e genuina, Arisa ha abituato il pubblico a grandi cambiamenti del look. “Ho bisogno di vedermi sempre diversa. Cambio perché cambiare mi dà nuovi punti di vista e mi immedesimo nelle persone che ho vicino, come, facendo i dovuti rapporti, diceva anche David Bowie. Oggi ho capito di poter fare a meno di tutto tranne che di me stessa”.

Per quanto riguarda il pezzo che porterà al Festival di Sanremo, Arisa vuole lanciare un messaggio ben preciso. “C’è la mia storia, ma c’è la storia di tutti. Quando ho ascoltato il brano per la prima volta ho sentito una grandissima verità. E io ho bisogno di cantare cose autentiche per sentirle mie. La canzone è riflesso di quello che sono oggi. Un messaggio? Imparare ad amare se stessi, per riconoscere l’amore degli altri. Quando siamo in una situazione non congeniale bisogna prendere consapevolezza che nella vita si deve essere felici. Si può fare, non è peccato”.

Festival di Sanremo, il grande ritorno di Arisa e la ricerca della felicità

“Mi sento padrona della mia musica, prima non avrei potuto esserlo, ero inesperta e non in grado. Ora sono più coraggiosa e mi butto sulle cose. Se penso che un brano scritto da me sia bello, non mi vergogno più di portarlo avanti e di far conoscere il mio vero stile”.

Per quanto riguarda il Festival di Sanremo, senza pubblico a causa della Pandemia, Arisa ha parole d’amore e di riconoscenza. “Quando una cosa ti dà tanto, devi restituirlo. Quest’anno Sanremo si preannuncia con tante difficoltà, ma andiamo a fare il nostro lavoro e ci adatteremo. Una parte di lavoratori dello spettacolo può avere l’occasione per rimettersi in bolla: tirarsi indietro sarebbe stato un errore e ce la metteremo tutta per fare grande festa e rallegrare gli italiani”.

Arisa a Sanremo – Guarda che Notizia

“La calca in strada e il pubblico in sala mancheranno tanto, mi mancherà guardare negli occhi le persone per sapere se li sto rendendo felici o meno”.

Arisa si augura che presto le cose possano tornare alla normalità per tutti gli operatori dello spettacolo. “La voce ha bisogno di uscire, di esprimersi: non vedo l’ora che si riparta a gonfie vele. Io penso di essere sulla terra per fare questo e non altro. I live streaming? Un’idea bellissima, un modo per sconfiggere le minacce esterne e per dire ci siamo, andiamo avanti. Vengo dalla Basilicata, dove ci si abitua a tutto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *