Fioraio dona fiori invenduti al cimitero

La storia che vi stiamo per raccontare tratta di un gesto più che nobile da parte di un fioraio che dona fiori invenduti ad un cimitero.

In questo periodo di Covid19 è difficile trovare una notizia positiva e mai si sarebbe pensato che qualcuno di buon cuore . Detto questo, nel post odierno vedremo un fatto che di recente è successo in Francia, dove le nuove misure per quanto concerne il contenimento da coronavirus hanno impostato la chiusura momentanea di ogni esercizio commerciale esistente. Andiamo a scoprirne di più.

Fioraio abbellisce le tombe e dona fiori invenduti

Anche in Francia dunque il Governo ha chiuso qualunque attività tranne quelle non strettamente necessarie, proprio come accaduto nel nostro paese. Tantissimi esercizi si sono dovuti arrendere per la tantissima merce che purtroppo non è stato possibile vendere.

Un fioraio per non sprecare le sue piante ha compiuto un bel gesto, lui è Roman Banliat che ha deciso di di usare le sue piante offrendole per offrire un servizio alla comunità e per onorare i defunti.

L’uomo ha caricato tutti quanti i fiori che non è riuscito a vendere sul proprio furgone portandoli lui personalmente al cimitero della città in cui vive per rendere più belle le tombe, ora che le persone sono obbligate a rimanere in casa e non possono andare ad onorare i propri familiari morti.

Le parole dell’uomo

“Penso che sia in momenti come questo che bisogna essere veramente solidali – sono state le parole dell’uomo su Facebook, dove ha documentato il tutto – anche se tutti noi usciremo danneggiati da questa crisi, saremo ancora più forti, più uniti e più grandi, siate pazienti”.

Conclusioni

Il messaggio del fioraio e l’iniziativa che ha preso sono stati graditi da tutti i concittadini della città di Plerguer in Bretagna, che lo hanno ringraziato con messaggi di affetto sul social. Un gesto che le fa onore.