Massimo Bossetti: “Non sono Ignoto 1” – Le parole dell’Avvocato Claudio Salvagni

Massimo Bossetti non si è mai stancato di dichiararsi totalmente estraneo all’omicidio di Yara Gambirasio, tanto da continuare a ripetere: “Non sono Ignoto 1”. A raccontarlo a Cusano Italia Tv è stato l’avvocato di Bossetti, Claudio Salvagni.

Massimo Bossetti è stato condannato all’ergastolo per l’omicidio della piccola Yara Gambirasio, ritrovata morta nel campo di Mapello nel 2010.

Tuttavia, uno spiraglio di speranza per Bossetti potrebbe essersi riacceso in seguito all’accoglimento, da parte della Cassazione, del ricorso sul riesame delle prove.

Massimo Bossetti: “Voglio uscire dal carcere a testa alta”

“Massimo Bossetti è molto contento, molto positivo, e ha detto: ‘Io continuo a credere nella giustizia, voglio uscire da quel portone del carcere a testa alta e, soprattutto, voglio uscire non per un cavillo giuridico, perché i miei avvocati hanno trovato magari i cavilli giusti, ma voglio uscire perché i nuovi esami attesteranno che quel DNA non è il mio, io non sono Ignoto-1, io non ho mai visto, mai toccato e tanto meno ucciso Yara Gambirasio’”.

Claudio Salvagni ha definito il processo a Bossetti “il processo delle anomalie e delle zone d’ombra” nel quale, a suo avviso, gli inquirenti hanno ignorato ciò che non sono riusciti a ricostruire.

“Come sul movente: voglio ricordare che nei processi indiziari il movente è importantissimo perché è il collante che tiene insieme tutti gli indizi. E nel caso specifico sono le sentenze che lo dicono: manca un movente. È un caso oggettivo che Massimo Bossetti e la povera Yara non si sono mai visti, mai incontrati, non si conoscevano”, ha aggiunto Claudio Salvagni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *