Milano anziana frega la truffatrice che a sua volta si è spacciata per una dottoressa. La signora di ben 86 anni è riuscita a far arrestare la donna che, spacciandosi per la dottoressa Bianchi si è presentata a casa della signora sotto appuntamento.

La truffatrice, infatti, si è presentata sotto casa dell’anziana per ritirare dei soldi e dei gioielli, spacciandosi per l’appunto come la dottoressa Bianchi. La signora nonostante la sua età è riuscita a truffare a sua volta la signora che ha cercato di rubarle i gioielli, chiamando la Polizia e facendo arrestare la ladra.

Il tutto è accaduto durante la giornata di Lunedì 8 Febbraio 2021, e la donna è così accusata di truffa aggravata. La signora di 86 anni infatti, si è insospettita dopo aver ricevuto svariate chiamate nella sua abitazione durante la giornata di Venerdì. La donna si spacciava per la fidanzata del nipote e che, il giovane ragazzo era ricoverato in ospedale per aver risultato positivo al Coronavirus.

Milano, anziana frega la truffatrice: “Nonna mi servono soldi per curare il Covid”

La truffatrice di soli 49 anni infatti, ha così cercato di rapinare la signora in un modo completamente diverso dal solito. Le varie chiamate hanno insospettito l’anziana che si è rivolta direttamente alla Polizia.

La signora fin da subito ha cercato di provocare ansia e paura nei confronti dell’anziana, chiedendole di racimolare una cifra all’incirca di 10 mila euro. La truffatrice aveva così spiegato di dover pagare le cure ospedaliere per il fidanzato ovvero per il suo ipotetico nipote.

Milano anziana frega la truffatrice

Dalle varie telefonate è emerso che anche un uomo avrebbe chiamato la nonnina spacciandosi per lo stesso nipote e pregando l’anziana di dargli i soldi necessari per curare il Covid-19. La signora di 86 anni però, insospettita delle tantissime chiamate, ha deciso di rivolgersi direttamente alla Polizia che l’ha supportata e aiutata ad arrestare la truffatrice e il suo complice.

Poco prima che la signora arrivasse sotto casa dell’anziana, l’aveva informata che al posto suo si sarebbe presentata una certa “dottoressa Bianchi”. Una volta arrivata la donna, i poliziotti l’hanno arrestata per truffa aggravata. Gli accertamenti del caso sono ancora in corso da parte della Polizia di Stato, il tutto per risalire all’identità dei complici.