Arrestato un “mago per omicidio colposo ai danni di un disabile mentale che a causa delle sue parole, si è convinto a interrompere la cura che lo ha portato poi alla morte. Il tutto è avvenuto a Reggio Calabria e ad arrestare Davide De Simone, di 40 anni, sono stati i Carabinieri della Campagna.

Esso deve fare i conti con l’accusa di omicidio colposo, di truffa, ricettazione, violenza sessuale e circonvenzione di persona incapace con l’aggiunta di detenzione di armi e truffa aggravata.

L’uomo ora è in custodia cautelare in carcere mentre sua moglie, accusata di ricettazione di trova agli arresti domiciliari.

Il “mago” arrestato infatti, ha raggirato un disabile mentale. Il signore a causa delle sue parole ha deciso di sospendere la cura farmacologica rifiutando anche un intervento importante. Il tutto purtroppo, ha così portato alla morte del ragazzo che, aveva ascoltato le parole del truffatore.

 Reggio Calabria, arrestato un “mago” per omicidio: Ha spinto un disabile mentale a sospendere la cura

L’inchiesta nei confronti di Davide De Simone è iniziata a Gennaio 2019 nel momento in cui, i Carabinieri sono entrati all’interno dell’ufficio postale a Reggio Calabria dopo una segnalazione.

Il direttore della filiale infatti, aveva chiamato i Carabinieri dopo aver visto il “mago” e sua moglie assumere atteggiamenti avventori.

arrestato un “mago”

Grazie ai militari e ad accertamenti investigativi, si è scoperto che la coppia era molto abile nel truffare persone più o meno fragili. Promettendo di risolvere i loro problemi sia sentimentali che di salute con dei “miracoli” in cambio di soldi.

L’uomo procedeva così a degli incantesimi promettendo di sconfiggere il “maligno”, truffando in modo considerevole le sue vittime. Durante alcuni dei suoi “rituali” De Simone, è riuscito anche a violentare tre donne che hanno chiesto aiuto per riacquistare la propria anima gemella.