Rosalinda Cannavò e l’Aresgate, la testimonianza a Non è l’Arena: “Andava cercando i miracoli”

Nuove sconcertanti dichiarazioni emergono nei confronti di Rosalinda Cannavò e dell’Aresgate all’interno del programma condotto da Massimo Giletti. A Non è l’Arena con il volto e la voce camuffata una persona ha rilasciato delle importanti accuse nei confronti dell’ex attrice.

Rosalinda Cannavò e l’Aresgate tornano a tener banco all’interno del programma condotto da Massimo Giletti su La7. A Non è l’Arena infatti, si è parlato ancora una volta di quella che è stata definita una vera e propria setta da parte di alcuni volti noti della televisione e dalla stessa ex gieffina.

La ex attrice uscita dal Grande Fratello Vip sta vivendo la sua grande storia d’amore con Andrea Zenga e non si è mostrata propensa a parlare ancora una volta dell’Aresgate. Un’inviata di Non è l’Arena infatti, ha cercato di intervistare Rosalinda ma senza nessuna riuscita. La ex gieffina infatti, più volte ha spiegato di non voler rilasciare interviste e di aver chiuso definitivamente con l’Aresgate.

Negli ultimi giorni ad aprire un fascicolo in merito alle dichiarazioni dell’attrice e di Massimiliano Morra è stata la Procura di Roma. Essi infatti, indagano per l’istigazione al suicidio in merito alla morte di Teodosio Losito. All’interno del Grande Fratello Vip i due attori avevano affermato l’esistenza di una setta che manipolava delle persone e che, a capo c’era un certo Lucifero.

Rosalinda Cannavò e l’Aresgate, la testimonianza a Non è l’Arena: “Andava cercando i miracoli”

Durante la puntata di Non è l’Arena, Massimo Giletti ha così intervistato una persona a volto coperto e voce camuffata che ha rilasciato delle dichiarazioni nei confronti di Rosalinda Cannavò. Inaspettate sono state le sue parole in merito all’ex attrice che ha partecipato al Grande Fratello Vip.

La persona intervistata avrebbe così spiegato come Rosalinda si sia preoccupata dopo il fallimento dell’Ares e dopo la morte di Todosio Losito. La Cannavò infatti, si era mostrata impaurita e insicura per la sua vita lavorativa e che non la vedeva più all’interno di diverse fiction.

Rosalinda Cannavò e l’Aresgate

Nell’intervista condotta da Massimo Giletti, la persona in merito ha spiegato: “Scioccamente se l’è presa con una persona totalmente estranea e innocente che anzi aveva contribuito al 90% del suo mantenimento”.

In un secondo momento si è scoperta anche una fotografia dell’attrice insieme a un parlamentare. Entrambi infatti, sarebbero andati alla ricerca di un santone dal nome Christian di cui non si parla molto bene.

La stessa persona ha poi terminato le sue dichiarazioni spiegando: “Andava cercando i miracoli, le benedizioni strane. Nella foto si vede chiaramente che sono andate insieme. Quindi è lei che a un certo punto ha avuto il bisogno di far parte di quella setta, chiamala seguace di un santone”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *