Salento maestra delle elementari sotto accusa per maltrattamenti nei confronti di un suo alunno. La stessa, stando alle testimonianze di alcuni suoi alunni, avrebbe lanciato un diario in faccia a un bambino di soli 8 anni.

Il tutto sarebbe successo per un motivo davvero futile e banale; il bambino infatti, non ha tradotto una frase dall’inglese all’italiano. Così, la maestra si è scagliata contro il suo alunno prendendolo ad insulti e a botte.

I genitori del ragazzo dopo aver scoperto il folle gesto da parte dell’insegnante verso il loro ragazzo hanno deciso di denunciarla immediatamente. Il tutto si sarebbe accaduto durante la giornata del 21 Gennaio 2021, in una scuola elementare del Salento.

Salento maestra delle elementari sotto accusa: “Gli ha lanciato un diario in faccia”

A far emergere questa vicenda infatti, sono stati gli amichetti del bambino che, raccontando tutti ai propri genitori hanno chiesto aiuto. Gli stessi hanno così avvisato la mamma ed il papà della vittima che, dopo l’umiliazione e le percosse aveva deciso di rimanere in silenzio.

Il bambino in questione infatti, aveva deciso di non raccontare assolutamente niente ai propri genitori nonostante, avesse un importante livido sul labbro superiore. I genitori nei confronti di quell’ematoma, avevano pensato fosse un taglio causato dal freddo di questi ultimi mesi.

Salento maestra sotto accusa

Una volta che la storia è venuta allo scoperto, il bambino di 8 anni ha deciso di confessare raccontando tutto quello che era successo con la sua maestra. Stando alle parole del ragazzo, la maestra aveva un atteggiamento duro nei confronti di tutti i ragazzi durante le varie lezioni.

Quando lo stesso bambino di 8 anni non era riuscito a tradurre una frase in inglese, la maestra lo avrebbe accusato: “Sei un fallito, resterai sempre senza lavoro. Mi hai scocciato“, per poi lanciargli il diario proprio sul labbro.

La maestra ora è in attesa di eventuali procedimenti quindi sospesa dal suo lavoro mentre, il bambino continua a frequentare la stessa scuola cercando di archiviare quell’episodio orribile.