In passato anche Stefania Orlando potrebbe essere stata vittima di aggressioni verbali in strada. L’ex concorrente del Grande Fratello Vip, come molte sue colleghe in questi giorni, ha detto la sua sul fenomeno del cat-calling.

La Orlando ha parlato di vere e proprie molestie fatte dal branco e non semplicemente di complimenti non graditi. Stefania Orlando potrebbe essere stata vittima di aggressioni verbali per strada in passato?

Un suo tweet sembra lasciarlo intendere, visto che l’ex gieffina ha confessato il fatto che, da adolescente, cambiava strada se vedeva un gruppo di ragazzi vicino a lei. E ciò per non subire commenti non graditi.

“Da adolescente se vedevo dei ragazzi a poca distanza da me cambiavo marciapiede, per evitarmi parole pesanti e sguardi fastidiosi. Il cat-calling non è un complimento ma una molestia. Spesso è praticato dal branco perché l’uomo da solo non è così “coraggioso”! Io dico basta!”

Stefania Orlando vittima di aggressioni verbali in passato: no al cat-calling

Dopo le denunce fatte sui social da Aurora Ramazzotti, anche Stefania Orlando ha voluto dire la sua sul cat-calling, paragonando il fenomeno a vere e proprie molestie ai danni delle donne. La showgirl è anche andata oltre, definendo il fenomeno come messo in atto dal branco.

Spesso, infatti, gruppi di uomini si accaniscono su una donna sola, secondo la Orlando, la quale dice basta e si oppone nettamente. Altro che semplici complimenti non graditi, il cat-calling è una vera e propria molestia ai danni di una donna.

Stefania Orlando vittima di aggressioni

Nelle ultime settimane sono state moltissime le donne del mondo dello spettacolo che hanno preso posizione contro il cat-calling, appoggiando Aurora Ramazzotti. Dopo Vittoria Puccini e Diletta Leotta, anche Stefania Orlando ha detto la sua.

L’ex gieffina ha affidato il suo pensiero a un tweet al veleno, ma, nonostante la brevità obbligata del social network, è stata molto chiara su ciò che pensa di questo fenomeno odioso.