Zuppa di cozze con peperoni e pomodorini: Una bontà di piatto

Un antipasto semplice e gustosissimo quello che vede protagonista la zuppa di cozze o conosciuto da molti come “guazzetto”. È un piatto che può essere assaporato caldo, con crostini o con una fetta di pane tostata oppure un’ottima accoppiata è senza dubbio pomodorini e polenta.

Per far risaltare questa semplicissima ricetta vi raccomandiamo ovviamente, di utilizzare prodotti freschissimi, spendendo particolare attenzione alla freschezza delle cozze.
Piccolo consiglio: Se volete far risaltare il sapore dei molluschi, utilizzate una quantità minore di sughetto, oppure, potete tranquillamente aumentarlo se desiderate una zuppa più liquida. Dopo questi piccoli accorgimenti, vi auguriamo un buon appetito!

Zuppa di cozze con peperoni e pomodorini: Ingredienti e preparazione

Ingredienti per 4 persone:

  • 1;2 kg di cozze.
  • 500 g di pomodorini.
  • 200 g di peperone rosse.
  • 1 scalogno.
  • 1 spicchio d’aglio.
  • Olio evo q.b.
  • 1 cucchiaio di farina.
  • Peperoncino piccante q.b.

Per i Crostini:

  • 4 fette di pane.
  • Prezzemolo, timo, origano q.b.
  • Olio evo q.b.

Zuppa di cozze

Pulire le cozze e metterle in padella, coprire con il coperchio e cuocere per 10 minuti. Scolare il liquido ottenuto in una bacinella e tenere da parte. Tagliare a fette i peperoni, avvolgerli con l’alluminio e mettere in forno, cuocere per 40 minuti e lasciar raffreddare tra 2 piatti.
Far rosolare lo scalogno in un tegame e l’aglio con l’olio, unire la farina ed iniziare a mescolare. Tagliare a metà i pomodorini e privarli dei semini ed insieme ai peperoni aggiungerli allo scalogno; unire il sughetto ottenuto dalle cozze ed infine il peperoncino, far cuocere per 30 minuti.

Rendere densa la zuppa frullandola evitando preferibilmente di farla diventare acquosa. Tritare le erbe ed unirle all’olio, tostare il pane e spennellarlo con il composto denso, infine, tagliare a dadini. Sgusciare le cozze ed unirle alla crema, per guarnire la zuppa unire i crostini con un filo d’olio. Servire caldo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *